Rimozione verruche e cheloidi

cheloide

La verruca è una formazione cutanea indotta dal virus del papilloma umano (altrimenti noto con l’acronimo anglofono HPV che sta per Human Papilloma Virus) della famiglia Papovaviridae. Si tratta di formazioni benigne costituite da un nucleo di tessuto interno alimentato da vasi sanguigni e rivestito da vari strati di tessuto epiteliale. Il virus penetra nell’epidermide e la infetta, determinandone un’eccessiva velocità di replicazione. Il contagio avviene per contatto superficiale (il virus quindi rimane confinato nella pelle e non è presente nel sangue) solitamente in luoghi molto frequentati come docce, palestre e piscine, dove il clima caldo e umido favorisce la sopravvivenza del virus in forma attiva. Mancando queste condizioni ambientali il virus non sopravvive a lungo al di fuori degli strati cutanei.
La verruca può svilupparsi in qualunque zona del corpo ma spesso interessa solamente alcune aree specifiche (come ad esempio le mani, i piedi, i gomiti e le ginocchia) che essendo soggette a frequente traumatismo meccanico e contatto con l’ambiente esterno, è verosimile che presentino delle microlesioni in cui il virus può annidarsi. L’aspetto della verruca varia a seconda della sede corporea colpita e del ceppo virale che l’ha provocata; distinguiamo perciò verruche comuni (o volgari), plantari, piane, filiformi etc.
Le verruche comuni hanno lo stesso colore della pelle. In genere si riconoscono dalla tipica superficie ruvida spesso crespata e di aspetto antiestetico.
Le verruche plantari compaiono solo sulla pianta del piede e normalmente interrompono il tracciato di linee e rilievi presenti sulla cute che costituiscono l’impronta del piede. Per questo motivo e per il fatto che possono presentare all’interno dei puntini scuri, non è possibile confonderli con callosità plantari. Tali puntini non sono altro che microtrombi formatisi a seguito dello stiramento delle papille. Le verruche di questo genere tendono ad essere più morbide, piatte, ricoperte da callosità e dolorose a causa della pressione esercitata durante la deambulazione.

Cheloidi
La cheloide è un tumore cutaneo benigno puramente fibrocitario che si manifesta in due circostanze:

– le cheloidi postlesionali, conseguenti a interventi operatori, a bruciature, a vaccinazioni o a lesioni infiammatorie. Le regioni cervicali e toraciche superiori sono quelle di predilezione per l’insorgenza di tali cheloidi;
– le cheloidi spontanee multiple, più frequenti in soggetti di etnia nera, si manifestano soprattutto nelle regioni cervico-toraciche e talvolta possono essere molto invalidanti rappresentando quella che è chiamata la malattia cheloidea.

TRATTAMENTI:

Laser CO2
Il laser CO2 agisce tramite un raggio ad anidride carbonica che colpisce l’acqua contenuta all’interno delle cellule, senza danneggiare o ustionare i tessuti circostanti in modo da determinare una contrazione delle fibre collagene ed elastiche presenti nel derma e rendere perciò la pelle molto più tonica.

× Come Posso Aiutarvi?